Casella di testo: Casella di testo: Casella di testo: Casella di testo: Casella di testo: Casella di testo: Casella di testo:

          

                                                                  RITRATTI:

                             Luise walker

 

                                 (La chitarra, 1935)

                      

                                                                                A cura di MAURO STORTI

Casella di testo: Il Maestro di Chitarra

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, né ha carattere periodico, essendo aggiornato in relazione alla disponibilità e alla reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale, ai sensi della Legge n. 62 del 7-03-2001. Le fotografie pubblicate su questo sito, salvo diversa indicazione, sono copyright dei legittimi autori.

Tutti i materiali  pervenuti a ChitarraeDintorni.eu : foto, file audio/video, documenti word, pdf, jpg et similari non saranno restituiti in alcun modo.

 

 

Casella di testo: Casella di testo: Luise Walker, di Vienna, rappresentante eletta dell'arte chitarristìca, concertista e compositrice iniziò lo studio di questo delicato strumento ancora bambina, all'età di otto anni, in seguito al proposito espresso dal padre, desideroso che la propria figlioletta, dotata di evidenti doti musicali, imparasse a suonare uno strumento diverso da quelli solitamente ascoltati dal pubblico nei concerti. 
Presso la Scuola Musicale di Vienna, imparò non solo ad apprezzare il suo strumento, ma anche la musica come scienza e come arte superiore. Suoi insegnanti di chitarra furono il Prof. Jacob Ortner e, in seguito, il M° Heinrich Albert, virtuoso di musica da camera. Miguel Llobet, allora massimo esponente della chitarra spagnola, fu spesso ospite nella sua casa e, col suo purissimo stile, il sentimento e la tecnica eccezionale, contribuì molto a sviluppare la musicalità veramente unica della giovane. 
   Dato il suo primo concerto all'età di 11 anni, nel 1926, all'età di 15 anni Luisa Walker era già considerata la migliore chitarrista austriaca. Si ammirava di lei la bellezza del tocco e la precisione del ritmo, assai rari alla sua età. Tre anni dopo, la sua notorietà aveva già varcato le frontiere di tutti i Paesi europei, dell’America e degli Stati Uniti.
” Luise Walker, la celebre artista viennese che ha attualmente 24 anni e spesso ci fa gustare per radio le sue brillanti esecuzioni, appartiene oggidì alla schiera dei grandi virtuosi chitarristi. La sua tecnica è potente, la sua cavata profonda; il che è dovuto, come lei sostiene, all'attacco deciso delle corde: un punto sul quale le scuole non insistono mai a sufficienza. Cosa mirabile è il notare come essa sia riuscita ad assimilare la tecnica dei chitarristi spagnoli anche nella esecuzione di arie popolari. Nel concerto di grande  successo che diede il 14 Ottobe 1928 a Berlino, suonò, tra l’altro un Preludio e Fuga di Bach, una Fantasia Ungherese di Mertz e una Sonata di Paganini per chitarra con accompagnamento di violino”. 
Dal 1940 Luise Walker è docente di chitarra alla Scuola Musicale Superiore di Vienna. Fra i suoi allievi si contano parecchi insegnanti di chitarra e molti artisti sia professionisti che dilettanti. Ha pubblicato studi e pezzi per chitarra sia per principianti che per chitarristi esperti e concertisti. In tutte le sue opere mostra di considerare la tecnica come ovvio presupposto per lo sviluppo del sentimento e della più pura musicalità; e ciò tanto per l'interpretazione delle proprie composizioni quanto del più suo più complesso repertorio, compresi i Concerti per chitarra e orchestra. 

                                                                                                   (La chitarra, 1935)
Casella di testo: Casella di testo: